Intervista: Alessandro Cinque e la sua fotografia (pt. 2)

Ciao a tutti!
Come promesso, ecco pubblicata la seconda parte della mia intervista ad Alessandro Cinque, fotografo e fotoreporter toscano. Se vi siete persi la prima parte, niente paura! Potete leggerla in un battibaleno qui

Ricominciamo il viaggio nella fotografia di Alessandro Cinque!

  • Come fotoreporter, hai esplorato posti sconosciuti e fotografato persone in condizioni di assoluta emergenza. Come ci si pone in questi casi? Hai corso qualche rischio durante i tuoi viaggi?

Viaggiando molto si imparano usi e costumi dei differenti popoli, in che cosa realmente consiste il “rispetto” per l’altro e quante diverse sfaccettature questo può avere. É importante osservare chi si ha di fronte, cercare di costruirci relazioni vere, comprendere i contesti in cui ci si muove.

blog_balizroom_cinque_india2017
India 2017 © Alessandro Cinque

É poi fondamentale essere sé stessi e chiari, efficaci e diretti nei messaggi che si vogliono dare. Nonostante i buoni propositi e gli accorgimenti presi, ho corso qualche rischio nelle mie esperienze in giro per il mondo perché spesso mi è accaduto di trovarmi di fronte a situazioni che potrebbero definirsi “estreme” o, preso dalla curiosità e dal desiderio di rendere note le verità che avevo accanto, di essere in luoghi in cui la mia presenza non è stata accettata con facilità.

Una volta, in India,  sono stato costretto a consegnare le schede di memoria della mia macchina fotografica o, in Uganda, cacciato via a sassate per essere entrato, senza accorgermene, in una proprietà privata.

Credo che questi inconvenienti siano inevitabili e facciano parte del mestiere di fotoreporter, per questo affronto ogni situazione con impegno e pronto a prendermi cura di tutte le conseguenze a cui ciascuna impresa può condurre! 

  • Sei un fotografo molto eclettico, con un portfolio che spazia dai reportage in Africa alla wedding photography. C’è qualcosa che rimane sempre costante in ogni fotografia che fai? oppure ti trasformi in base a quello che hai davanti?

Si, esperienze variegate e spesso molto differenti tra loro compongono il mio portfolio.

Il mio modo di fare fotografia riflette le stesse modalità attraverso cui affronto la vita quotidianamente: mi piace spaziare, evadere, cambiare, affrontare ogni giorno un’esperienza nuova, vivere momenti che mi rendano felice e soddisfatto la sera al rientro.

I contesti quindi cambiano continuamente, non sono mai statici o di routine – e questo mi aiuta molto affinché il mio approccio sia una continua ricerca e sperimentazione e non sopraffatto dall’abitudine e da un occhio consueto. Ciò che resta immutato è  ogni volta il desiderio di raccontare, attraverso fotogrammi, storie dotate di senso, reali e pregnanti, senza offrire soltanto un susseguirsi di immagini a cui oggi con il proprio smartphone ciascuno potrebbe senza fatica dare vita.

  •  Lo scatto che ti rappresenta di più, perché?

Uganda 2015, reportage “Contrasto”. E’ questo lo scatto che finora mi rappresenta di più perché attraverso composizione ed armonia racconta integralmente una realtà.  (Potete trovare il reportage completo sul sito di Alessandro qui)

blog_balizroom_cinque_uganda2015
Dal reportage “Contrasto”, Uganda 2015 © Alessandro Cinque
  • Che messaggio lanceresti ai giovani che si avvicinano al mondo della fotografia oggi?

La vera sfida consiste nel saper dare vita ad una fotografia “che dice”.

E’ questo il consiglio che credo di voler dare a chi si avvicina al mondo della fotografia, ed inoltre uno dei principi che da forza al mio pensiero: contro la semplicità con cui possono essere prodotte immagini “belline” oggi è necessario ridare valore alla fotografia autentica.

Alla immagine pubblicitaria e di tendenza vorrei tornasse a sostituirsi lo scatto rappresentativo ed in grado di comunicare la realtà, senza necessità di sovra-interpretazioni, senza obbligo di alludere ad un misterioso mondo che in verità non esiste.

blog_balizroom_cinque_cuba2016
Niños de Cuba, Cuba, 2016 © Alessandro Cinque

Il non aver seguito un percorso di studi classico molto spesso mi aiuta a cogliere lo spazio da prospettive meno canoniche e mi conduce ad essere riluttante nei confronti del grande numero di fotografi che oggi affolla il web e non soltanto. Anche se riconosco che a livello professionale sono molti i bravi fotografi contemporanei, soprattutto specializzati in settori definiti quali moda ed architettura, ribadisco ancora che secondo me fare fotografia significa altro.

  •  Ci consigli un libro che ogni fotografo dovrebbe avere nella sua libreria e perchè?

“Sulla Fotografia” di Susan Sontag

sontag

Perché senza pretese d’omogeneità, mette in luce i differenti aspetti dell’interazione tra fotografia e realtà e le conseguenze delle numerose immagini oggi prodotte. “Collezionare fotografie è collezionare il mondo” scrive la Sontag: un’analisi chiara ed efficace delle criticità e degli stimoli che la fotografia offre. Una raccolta di saggi che ha gettato le basi per dare forma alla mia “idea di fotografia”. 

✦✦✦✦

Allora? Anche voi siete rimasti entusiasmati dalle parole di Alessandro?? Quando ho ricevuto le sue risposte, a me è venuta tanta voglia di viaggiare con la mia macchina fotografica, e di conoscere nuove culture e nuove realtà sparse per il mondo 🙂

Vi ricordo che per seguire le avventure di Alessandro, trovate la sua pagina Alessandro Cinque Photographer su Facebook, e, se non sbaglio, dovreste essere ancora in tempo per acquistare una copia di “INCIPIT”, la sua prima raccolta di lavori, dalla sezione shop del suo sito.

Mi auguro che questa chiacchierata virtuale vi sia piaciuta, e di ritrovarvi presto sul mio blog per i prossimi aggiornamenti!

A prestissimo!

Baliz ☀


Una risposta a "Intervista: Alessandro Cinque e la sua fotografia (pt. 2)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...